Sfondo

Personaggio della settimana n° 3, Simone Marasca bomber indomito

Venerdi 8 novembre 2013
Venerdi 8 novembre 2013

ILPERSONAGGIO DELLA SETTIMANA

SIMONEMARASCA: “A PORTO D’ASCOLI NON PARTIAMO BATTUTI”

SAN SEVERINO – Il testacoda con il Porto D’Ascoli di Filippini è alle porte con tutte le difficoltàche presenta per una truppa, quella settempedana, che non riesce ancora adecollare nella parte bassa della classifica. Eppure il morale è tutt’altro chebasso. 

Parla per tutti quel Simone Marasca giunto lo scorso anno a campionatoiniziato alla corte dei co-presidenti Teloni e Sileoni e che, nonostanteun’insistente pubalgia, dette il suo contributo fino alla fine per quella chesi è rivelata una salvezza meritata. 

Stavolta la situazione è diversa. Almenoquella personale. 

Marasca sta bene (“domenica scorsa sono uscito anzitempo peruna piccola infiammazione, ma ho recuperato subito”) e vuole dare una sonoraaccelerata alla squadra, dall’alto della sua esperienza, affinché la Settempedasi riprenda subito e bene e si porti in una posizione di classifica più consonaal blasone e agli obiettivi di una società che intende puntare sullarivalutazione del settore giovanile per una crescita esponenziale in unprossimo futuro. 

Marasca, che si èsbloccato a Cupramarittima e che ha ribadito la sua verve in chiaverealizzativa domenica scorsa, quando ha trafitto Giulietti facendo sperare ilpubblico di  San Severino in una vittoriada rilancio contro il Chiesanuova, che non è maturata per un’inezia, incita: 

“Quella di Porto D’Ascoli nonsarà una trasferta facile. Andiamo a sfidare sul suo terreno la co-capolistadel girone B che divide il trono con il Monte San Giusto ma non partiamocertamente battuti. 

Sono dell’avviso che in questo torneo tutti possono perdereo vincere contro tutti. Non c’è un dominatore assoluto e tanto meno noimeritiamo l’ultimo posto. 

Il fatto è che durante la partita accusiamo qualchepassaggio a vuoto durante il quale veniamo puntualmente puniti. 

Anche contro ilChiesanuova, dopo un primo tempo con occasioni mie e di Riccardo Rocci ed unaripresa con il bersaglio mancato di poco da Serangeli e Capenti, al primo erroresiamo stati trafitti. Peccato perché ci poteva scappare la prima vittoriainterna stagionale. 

Vuol dire – aggiunge tra il serio e il faceto il bomber -che davanti dovremo impegnarci a realizzare almeno due gol a partita per far sìche un errore non ci costi caro”. 

A Porto D’Ascoli avrete diverse defaillances. 

“Potrebbe mancare Mulinari per un problema di lavoro e sicuramente dovremo farea meno dello squalificato Serangeli. Di Francesco è uscito malconcio contro ilChiesanuova ma conto che sarà al mio fianco. 

Non è detto, però, che non rientriqualche infortunato di lungo corso. 

E chi giocherà lo farà al massimo. Ilnostro morale rimane alto. 

Guai adabbattersi! 

Il torneo è lungo ed imprese di formazioni di coda come adesempio quella della Cuprense a Porto Sant’Elpidio sabato scorso ci devonoinsegnare che niente, per il team di Giovanni Ciarlantini, è impossibile. 

Poici concentreremo su quel Potenza Picena che a Camerino si è fatto valerenonostante il doppio uomo in meno nel finale. Insomma, un risultato pieno a nostro favore lo abbiamo alla portata. 

Bastacrederci”. 

La dedica per i tuoi primi due gol della stagione? 

“Penso dimeritarla io. Però non mancherò di dedicare al mister, alla squadra, allasocietà ed ai tifosi  i prossimi”. 

Nellasperanza che continuino ad arrivare spesso ed in gran numero. 

Il cuorebiancorosso pulsa ancora forte!

Add.stampa Luca Muscolini

 


Condividi
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Share on Google+
Informazioni campo sintetico T. Leonori